giovedì 9 giugno 2011

vi lascio ....

.... un libro  "E DISSE" di Erri De Luca (ho una passione per questo autore!). E' il racconto di Mosè, definito "primo alpinista",  che riceve le tavole dei comandamenti, ma è anche il racconto di un uomo che vive qualcosa di straordinario con tutta la sua umanità, con la mente e con il corpo, con i suoi simili, con la sua terra, i suoi animali, la sua vita.
"Scalava leggero, il corpo rispondeva teso e schietto all'invito degli appigli, il fiato se ne stava compresso nei polmoni e staccava sillabe di soffio seguendo il ritmo di una musica in testa. Il vento gli arruffava i capelli e sgomberava i pensieri. Con l'ultimo passo di salita toccava l'estremità dove la terra smette e inizia il cielo. Una cima raggiunta è il bordo di confine tra il finito e l'immenso. Lì arrivava alla massima distanza dal punto di partenza. Non è traguardo una cima, è sbarramento. Lì sperimentava la vertigine, che in lui non era il risucchio del vuoto verso il basso, ma affacciarsi sul vuoto dell'insù. Lì sulla cima percepiva la dività che si accostava. Lassù si avvolgeva di vento. Una sommità senza urto di masse d'aria addosso è spaventosa. Perchè l'immenso sta trattenendo il fiato."

.... una ricetta: fiori di zucca ripieni.
In questo periodo nell'orto dei miei genitori ci sono tante zucchine e tanti meravigliosi fiori. Curiosando qua e là ho trovato diverse ricette ma alla fine ho optato per questa di Fausta di "caffè col cioccolato". Spero che "Sua Grazia" non se ne abbia a male per qualche piccola variazione! Non avevo i fagiolini e così ho messo solo le patate, le uova, la mortadella, la maggiorana ed ho aggiunto qualche pezzettino di formaggio latteria. 

... per due settimane: sìììììì sabato mattina parto!!! Vado al mare con i tre pargoli, mia cognata ed il pargoletto, ed altre mamme solo con i figli. Mi sa che la vera vacanza sarà quella dei mariti a casa da soli!