giovedì 29 luglio 2010

il pane per Maria

Maria è la figlia più piccola di una mia amica. Un giorno la sua mamma mi telefona e mi dice: "abbiamo un'altra cosa in comune: una figlia celiaca!" .... così adesso quando usciamo a cena parliamo di figli, di mariti, di cose serie della vita, di stupidate e di celiachia! La mia amica mi ha detto che questi panini le sono piaciuti (eh che soddisfazione!!! ...o forse voleva solo essere gentile???) così, visto che sbircia nel mio blog, ecco la ricetta per la sua piccola Maria.
Questo pane è nato da varie sperimentazioni con diverse ricette e farine. E' il pane preferito dai miei bambini, è comodo da portare all'asilo, a scuola ma anche quando andiamo a fare le gite. E' morbido, non si sbriciola ed anche il sapore è buono, ovviamente non come il pane vero ma decisamente meglio di quello che si compra già confezionato.
Ingredienti: 250 gr farina biaglut per pane e paste lievitate (non il mix per pane!), 250 gr farina mix B schar, 400 gr acqua, due cucchiaini di sale, 12 gr lievito di birra fresco, olio d'oliva.
Mischiare le due farine ed il sale in una ciotola, aggiungere il lievito precedentemente sciolto in 50gr di acqua con un pizzico di zucchero e la restante acqua. Impastare con le fruste elettriche per il pane. Quando il composto sarà ben amalgamato, morbido e leggermente appicchicoso, aggiungere due cucchiai di olio e impastare ancora per un minuto.
Con le mani unte di olio prendere piccole parti dell'impasto, fare delle palline leggermente schiacciate del diametro di circa 5-6 cm e disporle sulla griglia del forno ricoperta da carta da forno. Lasciare riposare nel forno spento per un paio d'ore e poi cuocere per circa 20' nel forno a 180°. Io li tolgo quando iniziano a prendere colore perchè a loro piacciono morbidi, se vi piacciono con un po' di crosticina basta lasciarli qualche minuto in più nel forno. Appena raffreddati li surgelo così li ho sempre pronti...5 minuti nel forno caldo e sono ancora morbidi e fragranti.
Quando avanza lo faccio seccare, lo grattuggio nel bimby e lo uso per impanare. E' più leggero e assorbe meno i condimenti di quello che si compra in farmacia.


lunedì 19 luglio 2010

muffin ai pinoli sotto il temporale

Era qualche giorno che avevo voglia di muffin, ma accendere il forno in casa nostra con già 30° proprio non se poteva fà!!!
Così dopo le preghiere, i sacrifici, la danza della pioggia e altro ancora per propiziare la pioggia, ecco alzarsi un forte vento, il cielo rabbuiarsi, i lampi e i tuoni dare il segnale.....evviva arriva il temporale! In realtà in città sono cadute solo poche gocce ma l'aria fresca che scendeva dalla valle ha rinfrescato tutto, anche la nostra cucina, dandomi la possibilità di fare questi muffin.
Ingredienti: 250 gr farina senza glutine ("piaceri mediterranei per dolci"), 50 gr zucchero, due uova, 70 gr olio d'oliva, un cucchiaino di lievito senza glutine, un vasetto di yogurt all'albicocca, pinoli.
In una terrina sbattere le uova con lo zucchero e l'olio, aggiungere il vasetto di yogurt, la farina, il lievito e mescolare bene. Distribuire il composto nello stampo per muffin (io metto all'interno i pirottini di carta per non farli attaccare), guarnire con i pinoli e cuocere in forno già caldo a 180° per circa 20'.
Ottima colazione, buona merenda....piccola coccola durante un temporale!

lunedì 12 luglio 2010

tortino di verdure


Ricetta veloce, veloce perchè con questo caldo non ho voglia di fare nieeenteeee!!!!
Ingredienti: 2 patate lessate, qualche foglia di erbette lessate, 2 uova, 80gr formaggio tipo latteria, sale, timo, cipolla. In una ciotola schiacciare le patate, aggiungere le erbette, il timo, un po' di cipolla tritata, le uova e mescolare energicamente per amalgamare bene tutti gli ingredienti. Salare ed aggiungere il formaggio tagliato a cubetti piccoli. In una pentola antiaderente far scaldare un cucchiaio di olio d'oliva. Versare il composto nella pentola, coprire con il coperchio e cuocere a fuoco lento fino a quando sarà diventato solido. Girarlo e lasciarlo prendere colore anche dall'altro lato. Toglierlo dalla pentola e lasciarlo intiepidire (ma visto il caldo di questi giorni è buono anche freddo!) prima di servire. Bon appetit!