martedì 31 maggio 2011

quando lui si mette a dieta

La settimana scorsa era seduto sul divano a torso nudo (perchè c'erano circa 26° nel nostro salotto!) ed io mi sono lasciata scappare: "ma che piccoli rotolini adiposi addominali!" ... o qualcosa di simile. Insomma un commento innocente fatto da una che di commenti sull'adipe in eccesso la sa mooolto lunga. Forse ho fatto trapelare oltre all'ironia un po' di sorpresa ma nulla di più, perchè di lui in quanto a fisico non ci si può proprio lamentare. Belle gambe non troppo magre nè troppo grosse, statura normale, proporzionato, niente doppio mento o maniglie dell'amore. Quando ci siamo sposati era sottopeso, poi un po' l'esercizio fisico, un po' la cucina, un po' l'età è arrivato a 73 e devo dire che sta proprio bene, ma .... quei piccoli rotolini adiposi addominali .... devono averlo messo in allarme. Forse sta meditando di anticipare la crisi dei 40 anni e corre prima ai ripari? Il risultato di tutto ciò è che un paio di giorni dopo mentre mangiavamo se ne esce con: "non farmi tutti i giorni la pasta (cosa che io facevo perchè altrimenti a fine del pranzo mi diceva che aveva ancora fame!) basta l'insalata e qualcos'altro" OK dico io .... meglio, io la pasta la mangio 2/3 volte alla settimana. E poi devo comunque cucinarne di due tipi ... va bene, non c'è problema!!!! A mezzo giorno verdura e qualcos'altro ... verdura ok: insalata, patate, fagiolini, piselli, spinaci. Qualcos'altro: carne, frittata, carne, prosciutto, carne, formaggio. Chi glielo spiega che la cotoletta impanata ha le stesse calorie di un piatto di pasta? ... che se insieme all'insalata si mangia un panino le calorie sono le stesse del piatto di pasta? .... che se mangia 1 hg di formaggio i grassi sono molti più di quelli di un piatto di pasta? .... IO NO (ma tanto leggerà questo post e speriamo che capisca che voi sapete che sto un po' esagerando la cosa .... l'uomo permaloso è!)
Comunque sia, LUI, come ha precisato oggi, non è a dieta .... si sta solo limitando!!!!

FRITTATA FARCITA:
Ingredienti: un cucchiaio di farina di riso, due uova, un po' di latte, sale, prosciutto cotto, sottilette (o altro formaggio che si scioglie facilmente)
In una ciotola mescolare la farina di riso con il latte, aggiungere le uova ed il sale. Sbattere bene e fare cuocere in una pentola antiaderente con un paio di cucchiai di olio. Girarla una volta e quando è quasi cotta disporvi sopra il formaggio ed il prosciutto. Arrotolare, tagliare e servire. A noi piace calda, ma alcuni la mangiano anche fredda. Io l'ho accompagnata con verdure saltate in padella aromatizzate con il timo (ringrazio  gli  uccellini che bazzicano sul nostro terrazzo per non averlo usato per fare il nido!)



martedì 24 maggio 2011

risotto con zucchine e fiori .... di zucchine

La settimana scorsa sono andata a comprare frutta e verdura e mi sono trovata davanti queste meraviglie


... potevo non comprarle?
Arrivata a casa ho cominciato a pensare come utilizzarli. Sugo per la pasta? Fritti in pastella? Ripieni? Risotto? ....ed ha vinto l'ultima idea.
Scordatevi le dosi perchè la prima volta l'ho fatto solo per me e mio marito e la seconda volta per 20 persone. ... E' decisamente venuto meglio la prima volta!
Il procedimento è quello per qualsiasi risotto (almeno credo). Ho soffritto uno scalogno tritato con una noce di burro. Ho aggiunto il riso e lasciato tostare qualche minuto e poi l'ho sfumato con il vino bianco. Quindi ho aggiunto le zucchine tagliate a rondelle e il brodo poco alla volta. A cinque minuti dalla fine della cottura ho aggiunto i fiori tagliati e lavati. Quando il riso era cotto, ma al dente, ho spento il fuoco ed ho aggiunto un pochino di brodo, una noce di burro ed un po' di parmigiano grattuggiato. Ho lasciato riposare qualche minuto prima di servirlo.


martedì 10 maggio 2011

proprio non ci avete azzeccato ... ma non è tutta colpa vostra!!!

Ecco la soluzione al pseudo quiz di due post fa .... panini. Sono PANINI. Il mio primo esperimento di pane senza glutine con solo farine naturali.

Sono depressa! Sì insomma io guardo qui, e poi vado da lei e poi dall'altra e vedo dappertutto questo pane senza glutine solo con farine naturali, mi sembra di sentirne il profumo. Leggo e rileggo i vari procedimenti, scelgo quello che mi sembra più alla mia portata. Mi dico che ce la posso fare.... suvvia un po' di coraggio. Prendo il mix di farine, impasto, guardo, aspetto ... aspetto ancora un po', e ancora un po'.... prego ... metto a cuocere eeeehhhh ... Ecco dei fantastici biscotti alle mandorle, amaretti, pseudo savoiardi! Oh ma il mio forno fa miracoli!!!! Assaggio... no no non fa miracoli restituisce semplicemente quello che ci metti: piccoli panini schiacciati che di lievitare e assomigliare al pane proprio non ne avevano voglia! E beh .... sarà per la prossima volta, se ci sarà una prossima volta!

lunedì 9 maggio 2011

piccoli gnocchi fatti da piccole mani

Ricordo ancora quando ho cambiato definitivamente identità ... era il 20 luglio 2000. Avevo trascorso la notte soffrendo e dicendo parole poco gentili all'indirizzo di chiunque mi capitasse a tiro. Poi finalmente il peggio era passato ed era giunto il momento del riposo ... chiudo gli occhi e ... una mano mi tocca sulla spalla e mi scuote leggermente, poi una voce :"mamma di Alessandro, mamma di Alessandro ... venga che cambiamo insieme il suo bambino" ... Ecco è allora che ho capito che io non sarei più stata Roberta G. ma  a turno mamma di Alessandro, mamma di Chiara, mamma di Matteo o più genericamente la mamma B.! Se non altro posso ringraziare il padre della figliolanza che ha un cognome normale, breve e semplice che non viene storpiato e non genera ilarità quando viene citato!!! 
In questi 11 anni dal cambio di identità mi sono chiesta spesso se prima o poi (ah mio marito ha fissato il limite di permanenza in casa dei nostri figli  a 25 anni!) ritornerò ad avere una vita normale, come la vita in incognito dei super eroi.
Ieri però ho constatato una cosa di cui avevo già il sospetto ... i miei figli non sanno che esiste la festa della mamma!
Oggi leggendo qua e là mi sono consolata ... insomma non sono l'unica mamma alla quale non sono stati fatti non dico regali, omaggi floreali, disegni, ma nemmo gli AUGURI. E qui aggiungo che non c'è differenza nell'avere figli maschi o femmine!!!!

GNOCCHI 
Ingredienti: 500 gr  patate bianche, mix farina riso e fecola di patate in parti uguali (non so la quantità esatta credo tra intorno ai 200gr ma dipende dal tipo di patate), un uovo, sale.

Lessare le patate, lasciarle intiepidire, pelarle e passarle con lo schiaccia-patate. Salare, aggiungere l'uovo intero e la farina. Impastare fino ad ottenere una palla morbida ma non appiccicosa. Dividere l'impasto a pezzi e sulla spianatoia infarinata fare delle "biscioline" del diametro di circa 1,5 cm. tagliare a pezzetti, passarli nella farina e disporli su un piatto ben distanziati tra loro. 
Cuocere in acqua bollente e salata giusto il tempo per farli venire a galla. Scolare, condire e mangiare.
Noi li abbiamo conditi con il ragù di carne, ma sono buoni anche con burro e salvia.





Le abili manine che vedete all'opera non sono le mie ma quelle del mio ometto grande che ieri mi ha aiutato a preparare e poi a svuotare i piatti!!!!