martedì 31 agosto 2010

santa macchina del pane!!!!














C'è chi parte con un corredo intero di medicine d'ogni tipo, chi si porta tutto il guardaroba anche quello invernale (non si sa mai!!), chi non riesce a rinunciare a piccole comodità come il proprio cuscino e chi per necessità si porta la macchina del pane con chili di farina senza glutine per poter nutrire se stesso e i propri cari....
Non amo particolarmente il pane a cassetta, troppa mollica, troppo sbricioloso e sempre della stessa forma....ma piuttosto che mangiare il pane confezionato ho deciso di partire con la mega borsa IKEA contente la mia macchina del pane e i vari tipi di farina per fare il pane. Chissà se è stata felice di venire in vacanza e di essere finalmente utile? Io sono stata molto felice di averla con me, mi bastava farla partire prima di andare in spiaggia ed al mio ritorno il pane era lì pronto (a volte anche da un po'!!!!) ad aspettarmi. Ecco la ricetta base del mio pane....avrei voluto variare un pochino aggiungendo magari dei semi o delle erbe ma i pargoli non gradiscono e così mi sono adeguata al loro gusto.
Ingredienti: 150 gr farina mix B schar, 100 gr farina biaglut per pane e paste lievitate, 2 cucchiai di olio d'oliva, un cucchiaino di sale, 1/4 di cubetto di lievito di birra fresco, 250 gr acqua.
Sciogliere in 50 gr di acqua il lievito. Mettere nel contenitore della macchina del pane l'acqua rimanente, l'olio, il sale. Aggiungere le farine ed alla fine il lievito sciolto. Impostare il programma senza glutine e attendere....facendo altro!!!
La mia macchina del pane è una Kenwood presa con i punti dell'Esselunga a Natale....per i miei bambini è stato Babbo Natale a portarla! Come detto non la utilizzo spesso perchè trovo più pratico fare i panini ma ci sono occasioni in cui è davvero utile e pratica....quindi santa Kenwood grazie.
Ah dimenticavo buon ritorno a tutti!

4 commenti:

Ely ha detto...

e posso confermare che il profumo era veramente buono!!!!! ciaoooo!
Ely

fantasie ha detto...

Fino a quando non ho scoperto il pane fatto con la forchetta, anche io mi portavo la macchina del pane dovunque...

La Gaia Celiaca ha detto...

eh si, di certi ammennicoli tecnologici ormai non si può più fare a meno...

bentornata!

roberta ha detto...

per Ely: detto da te che mi sfornavi sotto il naso fantastiche pizze e torte di cui potevo solo apprezzare il profumo....è fantastico!!!! ah ah ah

per Stefania: io amo lavorare con le mani....la macchina del pane è solo un contributo al tempo libero! Ho seguito il tuo suggerimento ed ho provato il pane casereccio della Giusto...ma sa di panettone!!! ah ah ah Buona giornata.

per Gaia: ma anche si!!! Però la vacanza è vacanza. Giusto? Tutto bene? Ti ho pensata quest'estate perchè ho trascorso due settimane bellissime in Toscana. Buona giornata