mercoledì 12 dicembre 2012

torta di mele ... per dimenticare gli odori della crescita!

Il pargolo n. 1 è all’inizio della rivoluzione ormonale. Lasciando pure da parte gli aspetti psico-demenziali di questa fase evolutiva (perché si spera che evolva e anche velocemente), vorrei portare l’attenzione sui cambiamenti fisici: spuntano i primi baffi sotto forma di peluria, ogni tanto la voce fanciullesca lascia il posto a suoni da uomo delle caverne e soprattutto puzza! Se per i baffi interviene ogni due settimane con il rasoio il marito e sulla voce ci si può fare l’orecchio senza sussultare ogni volta, sulla puzza c’è molto da lavorare. L’altra settimana, giusto qualche giorno prima che sull’Italia piombasse Attila e portasse l’inverno, torna a casa in maglietta a maniche corte, dopo la mattina trascorsa a scuola, e subito si “sente” la sua presenza, al che io domando: “ma sei tu che puzzi così?” e lui “no, perché? Che odore senti?”. Lo guardo e penso che mi prenda in giro allora gli dico: “annusati la maglietta sotto le ascelle!”, lui se la sfila, la annusa e mi risponde sorridendo: “se questa è puzza dovresti sentire il mio compagno B….!” dentro di me non so se ridere o metterlo direttamente sotto la doccia.  Scelgo la mezza misura e gli dico di andare a lavarsi le ascelle, mettersi il deodorante e cambiare la maglietta. Dopo poco torna ed esordisce dicendo: “mica mi piace l’odore del deodorante!” ed io penso “già, meglio il tuo di odore!!!?!?!” …. e so già cosa regalargli a Natale!!! 
Questa torta, al contrario di mio figlio, ha sprigionato un piacevole profumo in tutta la casa!

Ingredienti: 200 gr farina di riso, 50 gr amido di riso, 200gr mousse di latte (o ricotta), 2 uova, 100 gr olio d’oliva, 120 gr zucchero di canna Picaflor, un cucchiaino di cannella (io ho usato quella di altromercato), un pizzico di sale, mezza bustina di lievito, mezzo bicchiere di latte, 3 mele.

In una ciotola sbattere le uova con lo zucchero e l’olio, aggiungere le farine, il sale  ed il latte. Quando tutto è ben amalgamato aggiungere la mousse di latte e il cucchiaio di cannella, infine il lievito. Tagliare le mele a pezzetti e incorporarle nell’impasto. Versare il tutto in una tortiera rivestita di carta da forno e cuocere in forno già caldo a 180° per 45 minuti.







7 commenti:

Vale ha detto...

ah! come ti capisco...

e se gli mettessimo le mele affettate direttamente a stretto contatto ascellare???

:-)

Roberta ha detto...

@ vale: .... si scioglierebbero???

Roberta Morasco ha detto...

ah!ah!ah!...anche la mia grande (10 anni) ha iniziato con la 'tempesta' ormonale...lontana ancora per fortuna la fase dello sviluppo vero e proprio, ma testa altrove...e ascelle 'roventi'...ormai la chiamo 'cipollina'..un odore da svenimento..ah!ah!ah!..
Ottima idea quella di 'profumare' la casa con una meravigliosa torta da inzuppo come questa!!!
Baci, Roberta

Roberta ha detto...

@ roberta ... noooo vuoi dire che anche le femmine puzzano così? anche la mia ha 10 anni, mi devo preparare?????

fantasie ha detto...

Non so se ti ricordi, ma il mio pargolo n. 2, per la stessa ragione, mi stava facendo perdere l'aereo, perché lo costrinsi a portarsi il deodorante... :D
Perché non basta che si lavino soltanto, hanno anche bisogno di tanto tanto, tantissimo deodorante e profumo!
P.s. Lo brevettiamo un profumo alla torta? :*

Roberta ha detto...

@ stefania ... ahahahah mela e cannella per togliere l'odore di ascella!!!! brevettiamolo! buon week-end cara!

Alessandro Zaccaro ha detto...

Ciao hai proprio un blog carinissimo complimenti!

Bellissime foto e bellissimi piatti!
mi sono unito subito ai tuoi followers ;)

Un caro saluto
Alessandro
fancyfactorylab.blogspot.it

p.s. passa da me e fammi sapere cosa ne pensi del mio blog ;)