martedì 26 febbraio 2013

torta di pere e composta di prugne e rum

Sono sempre più latitante nella blog-sfera. Non ho alibi, semplicemente non mi impegno. Mi piace sedermi sul divano a guardare un film, mi piace leggere i libri ricevuti e abbandonati da mesi sulla libreria, mi piace uscire a camminare (anche sotto la neve), mi piace invitare gli amici e stare con loro a chiacchierare per ore. Ma non ho voglia di scrivere, fotografare e dare forma virtuale a quello che cucino. Nonostante i miei buoni propositi di inizio anno ...

Questa torta l'ho fatta con una composta ricevuta in dono a Natale. L'amico che me l'ha regalata l'ha acquistata sostenendo un progetto che si chiama Eurosia e che aiuta donne maltrattate ... forse per questo ha un sapore ancora più dolce.
Ingredienti: 200gr farina biaglut (pacco da 500gr), 70gr farina di mais fioretto (per me nutrifree), 120gr di zucchero di canna picaflor, 2 tuorli, 70gr burro, un pizzico di sale, mezzo cucchiaino di lievito, un pochino di latte, una pera e un vasetto di composta (la mia era di prugne e rum!)

In una ciotola mischiare le farine, lo zucchero, il sale ed il lievito. Aggiungere le uova, il burro e un pochino di latte. Impastare fino ad ottenere un impasto omogeneo con la consistenza di una pasta frolla morbida.
Stendere poco più della metà dell'impasto su carta da forno e metterlo nella tortiera. Sbucciare e tagliare a pezzetti piccoli la pera e distribuirla sulla pasta. Coprire con la composta ed infine con la pasta rimasta fare un "coperchio" per la torta. Cuocere in forno caldo a 180° per circa 40'. Lasciare raffeddare e a piacere cospargere con zucchero a velo.
Non ho potuto fare la foto alla fetta tagliata perchè l'ho portata alla cena del nostro gruppo famiglie ... ed è sparita.







2 commenti:

faustidda ha detto...

come ti capisco!!! Anch'io sono spesso latitante...
La tua torta mi sembra splendida e bellissimo il progetto finanziato con i proventi della marmellata. Io che faccio parte di un gruppo teatrale che spesso mette in scena spettacoli contro la violenza sulle donne so bene quali realtà si possono nascondere dietro le apparenze di vite "normali".
Un abbraccio e goditi il divano, i film, i libri...
:)) ciao

Simo ha detto...

una torta bella...e buona, in tutti i sensi!