mercoledì 9 giugno 2010

lei

Lei è la mia piccola. E' quella che avrei voluto fosse un maschio perchè nella mia mente le femmine erano tutte "gne gne" e mi ha fatto ricredere. E' quella che mi ha sorpreso nascendo in poco più di mezz'ora quando io, memore del primo parto, ero preparata ad ore di dolori e spinte. Lei è la "mia unica figlia femmina", così come mi piace definirla perchè è una figlia in mezzo a due maschi che spesso non le rendono la vita facile. Lei è anche due grandi occhi scuri, pieni di vita e furbetti che sorridono e sanno cogliere il lato bello di ogni cosa. Lei è la mia scricciola, che non cresceva perchè, ora lo sappiamo, è celiaca. Lei è quella che se le prendi entrambe le mani e la sostieni fa la capriola in aria come se fosse la cosa più semplice del mondo e si arrampica sugli scaffali dell'ufficio come se fosse una parete di roccia. Lei è quella che con aria un po' imbarazzata mi chiede se quando ero piccola amavo qualcuno per poi confidarmi che le piace un bambino della sua classe. Lei è quella che se è rimasta l'ultima fetta di torta la divide con gli altri e se qualcuno piange va a consolarlo. Lei è quella che dopo aver fatto i capricci viene vicino mi da un bacio e mi dice "scusa perchè ho fatto la sciocca!". Lei è quella che quando si mette in testa una cosa va avanti fino ad ottenerla perchè è testarda. Lei è quella capace di pensieri profondi e sentimenti grandi che a volte spiazzano noi adulti. E' la mia bambina, che molto probabilmente anche quando sarà grande continuerò a chiamare "la mia piccola".

CROSTATA: 300 gr farina biaglut, 150 gr zucchero, 50 gr farina di mandorle, 70 gr burro, 2 uova, sale, lievito senza glutine, latte, marmellata di albicocche e di ciliegie.

Mettere in una terrina le farine, lo zucchero, il sale ed il lievito e mischiare. Aggiungere le uova ed il burro ed iniziare a impastare aggiungendo un po' di latte fino ad ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso. Stendere la pasta su un foglio di carta da forno e metterla in una tortiera. Rifinire i bordi e guarnire con la marmellata e con i restanti pezzi di pasta. Cuocere in forno già caldo per 25' a 150°. La cottura è approssimativa, basta tenere controllato quando i bordi prendono un bel colore dorato.
Questa è la torta che ho fatto per la mia cucciola che compirà 8 anni fra due mesi ma che abbiamo festeggiato ieri con altri suoi compagni di classe. Io non amo molto le "classiche" feste di compleanno, questo però è stato un anno difficile per Chiara e le ci voleva un momento speciale con i suoi amici e compagni.

6 commenti:

Olli ha detto...

Lei è quella che insieme a te e agli altri due "rompi" mi riempie la vita...

marifra79 ha detto...

LE faccio mille AUGURI! Se un giorno avrò un figlio, vorrei con tutto il cuore che fosse femmina! Sono le migliori!
Ciao!

La Gaia Celiaca ha detto...

questo post è bellissimo, mi hai fatto pure venire una lacrimuccia, e poi queste figlie femmine di quest'età (otto, vero?) sono bellissime.

e la torta splendida!

fantasie ha detto...

Pensa che a me è capitato tutto al contrario. Io avevo sempre desiderato femmine e dicevo sempre "3 femmine sì, 3 maschi mai!" E invece ho proprio 3 maschi. Per l'ultimo mi avevano detto che era femmina, ma quando dopo la nascita (parto cesareo con anestesia totale) ho scoperto che era maschio, non mi è interessato del sesso, ma soloc he stesse bene!
Auguri alla tu aunica femminuccia, è un bene prezioso, come tu stessa hai avuto modo di costatare!!!
Baci
Stefania

giovanna ha detto...

bellissimo questo tuo post, rappresenta perfettamente noi mamme, ho 2 figli maschi grandi, ma il "piccolo" m 1,87 x 21 anni, 46 di piede, è sempre il piccolo, anche se per affinità vado più d'accordo con il maggiore dei miei figli. Poi dalla descrizione della tua cucciola, la vedo dolcissima, stupenda, altruista.
dalle un bacione da parte mia

Simo ha detto...

Che tenerezza nelle tue parole...anche tua figlia nata in agosto?!
La mia è in piena fase preadolescenziale...mi fa tanto arrabbiare, ma non riesco a smettere di volerle bene più di ogni altra cosa al mondo...