giovedì 27 gennaio 2011

tiramisù di Laura



Laura è una nostra amica di Roma, trapiantata nella nostra città per lavoro, per amore, per scelta. E' la "morosa" di un nostro amico di vecchia data ed è stato il nostro primo contatto con la celiachia. Ricordo che durante una vacanza al mare di qualche anno fa, ero seduta difronte a lei, che si era cucinata la sua pasta, con la sua pentola. Aveva uno di quei panini che io non riesco proprio mangiare e stava attenta a non mischiare il suo cibo con il nostro. Mi ricordo che mi aveva spiegato come l'aveva scoperto, come doveva comportarsi, i rischi e le attenzioni che doveva avere. Ricordo anche di aver pensato a quanto doveva essere complicato vivere così, soprattutto quando non si era a casa propria. Chi avrebbe immaginato che qualche anno dopo saremmo stati nelle sue stesse condizioni. Quando hanno diagnosticato la celiachia a Matteo sono andata nel panico e lei è stata sicuramente la prima persona ad aiutarmi e a tranquillizzarmi su tante cose pratiche. Poi i celici in casa sono diventati 3 e ..... ma questa è storia che conoscete dal blog.
Qualche sera fa è venuta a cena a casa nostra e gentilmente al dolce ha pensato lei ...

Ingredienti: 4 uova, 500gr di mascarpone, 5 cucchiai di zucchero, caffè (lei ha usato il decaffeinato per poterlo dare tranquillamente anche ai miei pargoli! troppo gentile), cacao, biscotti zero grano galbusera.
Montare a neve gli albumi con lo zucchero, aggiungere il mascarpone e i tuorli e amalgamare. Inzuppare ad uno ad uno nel caffè e stratificare ... va beh dai sapete come si fa il tiramisù!!!!
Io l'ho sempre fatto con i pavesini ma dovendoci rinunciare ho provato a sostituirli con i savoiardi o con i biscotti secchi senza glutine senza risultati soddisfacenti, mi restava sempre asciutto e secco. Quando ho provato quello di Laura mi sono meravigliata perchè si scioglieva in bocca .... e pensare che a me gli zero grano non piacciono nemmeno!!!!

4 commenti:

fantasie ha detto...

Con questi biscotti non l'ho mai provato, ma io faccio il pandispagna per sostituire i savoiardi...

Erica ha detto...

E' una versione davvero interessante ^_^

Claudia ha detto...

Sono contenta che hai incontrato una persona che definirei "speciale" nella tua vita.
Bellissimo questo dolce, molto invitante

baci

roberta ha detto...

per stefania: ma tu sei TROPPO avanti!!! Il mio pan di spagna resterebbe una sottiletta, e poi che ci faccio? le piadine!!!

per erica: interessante e pratica soprattutto!

per claudia: già, in certi momenti si ha proprio bisogno di sostegno ed io mi ritengo fortunata!